Archivi categoria: primo piano

Ruba due astici e le mette nei pantaloni. Rumeno rischia la castrazione




Uno dei furti più autolesionistici è quello di cui è stato autore Andrei Bostu, di Torino, originario rumeno, che alcuni anni fa ha sottratto due astici vivi da un supermercato e le ha nascoste dentro i pantaloni.

L’idea si è rivelata assolutamente pessima. Infatti, gli astici non erano destinati alla vendita, e per questo motivo non avevano neppure le chele legate. Uno degli animali, forse cercando una via si uscita, si è “agganciato” ai testicoli dell’uomo.




Il dolore ha fatto attirare l’attenzione su Andrei Bostu, con gli addetti del supermercato che sono intervenuti per capire le cause del suo malore, e scoprendo il tentativo di furto.

Non sono però stati in grado di liberare l’uomo dall’aragosta astice, ed è stato necessario il ricovero in ospedale per fare staccare la presa all’animale. Sembra in seguito alle lesioni subite l’uomo non possa più avere figli.




ARRIVANO LE TELECAMERE NEGLI ASILI NIDO E NEI RICOVERI PER ANZIANI. «Genitori più tranquilli e bambini salvaguardati»

NON un Grande fratello di asili e case di riposo, piuttosto un occhio discreto, il cui sguardo orientato da regole ferree sarà a disposizione di chi se lo potrà permettere. Il grande sdegno per insegnanti e personale violenti, per bambini e anziani picchiati e insultati, ha partorito una legge per l’installazione di videotelecamere in asili nido, scuole d’infanzia e strutture socio-assistenziali per disabili e anziani la cui applicazione è tutta da verificare. Intanto, le strutture pubbliche che vorranno montare le videocamere dovranno farlo a proprie spese. Senza oneri per lo Stato. Poi, sia le strutture private sia quelle pubbliche, potranno farlo soltanto “previo accordo collettivo con le rappresentanze sindacali unitarie” o, in mancanza di consenso, con l’autorizzazione dell’Ispettorato del lavoro.



Il testo, che oggi sarà approvato alla Camera e che dovrà poi passare al Senato, è però riuscito a mettere d’accordo tutti, tanto che si prevedono soltanto i voti contrari di Sel. La prima firmataria e relatrice della norma, la deputata di Forza Italia Gabriella Giammanco, è fiduciosa che con gli ultimi emendamenti la legge avrà un consenso bipartisan. “In commissione è stato fatto un lavoro attento, nato da un confronto reale con le forze politiche, e anche lunedì durante la prima lettura ho avuto riscontri positivi. Non ci sarà nessuna delle misure osteggiate dal Pd e dai 5Stelle, nessuna app per controllare a distanza, soltanto norme utili per regolamentare quanto alcuni asili privati già fanno e soprattutto per velocizzare le indagini delle forze dell’ordine in caso di segnalazione di reato. Ci sono garanzie per i genitori e per gli operatori, perché stillicidi come quelli degli indagati di Rignano non si verifichino più, e le accuse infamanti possano cadere subito. Per me è una grande soddisfazione, la fine di una battaglia personale cominciata nel 2008”. A spalleggiare Giammanco, nell’ultimo periodo, anche gruppi di genitori coalizzati sui social network, che almeno all’inizio chiedevano appunto webcam collegate direttamente con i loro telefonini grazie a una app.



Con le nuove norme, secondo i legislatori, fatti come quelli accaduti fino allo scorso agosto nell’asilo nido del quartiere Bicocca di Milano si potranno accertare molto prima. In quel caso, i carabinieri hanno installato le telecamere per cogliere in flagranza di reato le aguzzine, dopo la segnalazione fatta da due ex collaboratrici dell’asilo. Con la nuova legge, se la struttura della Bicocca avesse investito nei sistemi di controllo, il pubblico ministero avrebbe potuto vedere subito le percosse ai bambini di pochi mesi. A opporsi alla legge però non sono state soltanto le principali sigle sindacali e le associazioni delle scuole d’infanzia, fin dalle prime stesure del testo il Garante per la privacy ha sollevato obiezioni sui rischi di uso illecito dei video. La legge chiarisce ora che le videocamere sono a circuito chiuso e le immagini sono cifrate al momento della registrazione attraverso un sistema con due chiavi, una in possesso della struttura, l’altra di un ente certificato terzo. In caso di segnalazione o denuncia potranno vedere le immagini soltanto il pubblico ministero, o la polizia giudiziaria su sua delega. La presenza dei sistemi di sorveglianza dovrà essere sempre segnalata a chiunque accede ai locali monitorati.



I gruppi creati dai genitori avevano chiesto anche test psico-attitudinali per chi lavora con bambini, anziani e disabili, e la legge demanda al governo di preparare un decreto legislativo entro 12 mesi dalla sua approvazione. Oltre alla valutazione attitudinale al momento dell’assunzione in servizio la nuova norma chiede che i test siano ripetuti periodicamente, visto il logoramento psico-fisico delle mansioni di chi assiste soggetti vulnerabili.

ARRIVA IL BONUS PER I BAMBINI. 960euro per ogni figlio e 1200euro a chi partorisce. ECCO COME OTTENERLI

Agevolazioni 2017: bonus bebè e asili nido per le neomamme



Una manovra da 27 miliardi. E 600 milioni saranno per le famiglie. Sono diverse le novità e le conferme della legge di Bilancio 2017 varata lo scorso 15 ottobre dal Consiglio dei ministri. Tra queste, il “premio mamma domani”, il buono- nido, il voucher baby sitter e/o asili nido e il bonus bebè 2017.
15 ottobre 2016, al termine di una riunione durata due ore il Governo ha varato una manovra da 27 miliardi, la legge di Bilancio 2017. Tra le novità di quest’anno per le famiglie, oltre ai già conosciuti bonus bebè e voucher baby-sitter e asili nido, in arrivo il premio mamma domani, una erogazione una tantum, indipendente dal reddito familiare, di 800 euro. La cifra dovrebbe arrivare già durante la gravidanza della futura mamma e comunque prima del parto. Questo perché, seguendo il modello francese, servirà per gli esami diagnostici e le prime spese con il piccolo.

La seconda manovra prevista consisterebbe nel buono-nido, un’erogazione di 1.000 euro l’anno per bambini fino al terzo anno di vita per sostenere le spese al di là del reddito della famiglia.




La quarta misura riguarda il bonus bebè, 80 euro al mese (di 960 euro totali l’anno quindi) per famiglie con bambini da zero a tre anni e legato al reddito. Può farne richiesta chi ha un Isee inferiore ai 25.000 euro. Viene raddoppiato nei nuclei familiari con Isee sotto ai 7.000 euro. E, tra le novità, si ipotizza di poterli allungare fino al quinto anno di vita del bambino.
Attualmente il bonus può essere richiesto dai neo genitori di bambini nati o adottati tra il 1° gennaio 2015 e il 31 dicembre 2017, fino ai tre anni del bambino oppure fino ai tre anni dall’ingresso del figlio adottivo nel nucleo familiare in seguito all’adozione.



Le cimici asiatiche invadono la Calabria. Fate attenzione sono pericolose per l’uomo e per l’agricoltura

Stanno rovinando pere, mele, kiwi, uva, in tutta la Calabria. La Coldiretti ha lanciato l’allarme per l’arrivo nel Sud Italia delle cimici marmorate asiatiche. Sono particolarmente pericolose perché molto prolifiche, infatti depositano 300-400 uova a testa almeno due volte l’anno. “La prima segnalazione – sottolinea l’associazione degli agricoltori – si è avuta in Emilia Romagna nel 2012. Quest’anno, però, la situazione è drammatica soprattutto nel crotonese e cosentino. Alcuni esemplari sono attivi anche in Puglia e in Sicilia”.
CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO



A favorirne la diffusione – sottolinea Coldiretti – è stato un autunno particolarmente caldo, con la moltiplicazione degli esemplari che non hanno in Italia antagonisti naturali. Un problema che rende molto difficile la lotta all’insetto che da adulto è in grado di volare per lunghe distanze alla ricerca di cibo e si rifugia da adulto in luoghi chiusi o riparati per poi raggiungere in primavera le piante per alimentarsi, accoppiarsi e deporre le uova.

Le caratteristiche. L’Halyomorpha halys, la cimice asiatica, è un insetto originario dell’Estremo Oriente che è stato accidentalmente introdotto negli Stati Uniti negli anni Novanta, come sta succedendo adesso nel nostro Paese. Raggiungono 1,7 centimetri di lunghezza e hanno una forma a scudo. Sul lato inferiore sono di un marrone che, sulla parte posteriore, diventa grigio, bianco, nero, rame o bluastro. Le zampe sono marroni con chiazze bianche.



I danni. Si tratta di un insetto infestante che può causare danni estesi alla frutticoltura (melo, pero, ciliegio, pesco, susino, mandorlo, nespolo, sorbo, albicocco) e all’orticoltura, colpendo in particolar modo i legumi. Negli Stati Uniti infesta le colture a partire dalla fine di maggio. In Italia colpisce con più efficacia in autunno. L’insetto riesce a sopravvivere all’inverno, riparandosi nelle nostre case, vicino alle fonti di calore, lampadari e fonti luminose.

Come difendersi. Dato che questi insetti si nutrono della polpa dei frutti, molti insetticidi dati sulla buccia risultano inefficaci. Contro l’invasione delle cimici asiatiche sono stati sviluppati quindi appositi feromoni artificiali che possono essere utilizzati da esca per le trappole. Alcune disinfestazioni nei campi di soia, effettuate ‘a tappeto’, sono risultate efficaci.
CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO



Pagliacci assassini, dopo Perugia il terrore arriva anche in Puglia

I CLOWN SPAVENTANO I PASSANTI—–>>> GUARDA IL VIDEO CLICCA QUI




Vestiti da clown, con mazze e bastoni, qualcuno dice che abbiano anche un cane pitbull; probabilmente diciottenni o più. È il sommario identikit della “banda” che da alcune settimane terrorizza i ragazzini nella zona di Taranto e Martina Franca. Gli ultimi avvistamenti li segnalano anche a Brindisi. Si sarebbero spostati da poco, per far perdere le tracce, dopo che i primi genitori avevano avvertito i Carabinieri. La cosa sta passando velocemente di bocca in bocca e, soprattutto visti i tempi, da profilo facebook o whatsapp all’altro. In un tam tam virale si moltiplicano segnalazioni, aneddoti, episodi veri o presunti, per sentito dire. Al punto che nel reggiano i carabinieri hanno iniziato ad indagare non solo su questi episodi, ma anche su chi fa ciroclare voci e racconti fantasiosi sulla base dell’ipotesi di reato di procurato allarme.



Sono tantissime le testimonianze, fra tutte c’è anche quella dell’ex sindaco e consigliere regionale che risiede in zona: «L’altro giorno un gruppo di ragazzi spaventati mi ha chiesto di accompagnarli fino al campo di calcio», racconta, confermando il crescente timore che si sta spargendo nella zona; e che starà probabilmente dando soddisfazioni alla banda dei clown, perché se l’obiettivo era quello di far parlare di sé e diventare in qualche modo un caso cittadino, certamente è raggiunto. Ma non è difficile che ad essere raggiunti tra poco siano anche i clown: c’è chi comincia a valutare l’idea di organizzarsi per scortare i ragazzi o di mettere in campo qualche tipo di sorveglianza, oltre ovviamente ad appellarsi alle forze dell’ordine. In qualunque modo vengano individuati questi bulli di periferia mascherati, che sembrano abbastanza adulti da poter scappare in auto, secondo le testimonianze, di reati gravi non ne hanno commessi ma li attende ben più di una ramanzina.



CLAMOROSA SQUALIFICA: Ecco cosa ha detto Clemente Russo al Grande Fratello




“Sarà una puntata molto complicata. Un concorrente ha avuto un comportamento riprovevole e per questo abbiamo interrotto il televoto. Ci dissociamo e chiediamo scusa a tutte le persone coinvolte” annuncia a inzio puntata Ilary Blasi, comunicando la notizia anche ai concorrenti dentro la Casa.
ECCO IL VIDEO CLICCA QUI SOTTO



BETTARINI SOTTO ACCUSA – Il primo ad essere chiamato è Stefano Bettarini, che ha parlato molte volte dell’ex moglie Simona Ventura non sempre in termini lusinghieri. Sotto accusa in particolare una chiacchierata con Clemente Russo, in cui l’ex calciatore elencava tutti i tradimenti extraconiugali. Duro il commento di Alfonso Signorini, che gli consiglia di “cambiare atteggiamento. Il tempo delle guasconate è finito Stefano”. Bettarini chiede quindi scusa a tutte le persone coinvolte e torna dai suoi compagni.

CLEMENTE RUSSO SQUALIFICATO – Al centro della polemica anche il pugile. Le sue affermazioni hanno violato le regole del Grande Fratello e dovrà rispondere delle sue azioni fuori dalla Casa. La moglie Laura ha cercato di giustificare il suo comportamento “è stata un’ingenuità, fuori saprà farsi conoscere per come è realmente. Dopo le Olimpiadi ha avuto solo una settimana per stare a casa, era ancora molto stressato”.



Diletta Leotta: pubblicate nuove foto osè sottratte alla conduttrice Sky

GUARDA LA GALLERY CLICCA QUI SOTTO



Sui siti tra le news più cliccate c’era quella dedicata allo scandalo «rovente» delle foto-sexy hackerate della giornalista sportiva di Sky Sport. La notizia ha subito scatenato la caccia alle immagini hot (pare ci sia anche un video) che ritrarrebbero la Leotta in pose intime. Risultato: su Twitter la voce è schizzata con l’hashtag #Leotta, seconda solo a #nonmifidodirenzi. «Il mio successo sui social è qualcosa di incredibile! Non me lo sarei mai aspettata ha detto qualche giorno fa a M20 la Leotta la gente credo mi ami perché sono vera e spontanea. I social me li gestisco da sola. Per me è un gioco, è divertimento puro». «Qualcosa però deve essere andato storto, c’è da scommetterci – è stata la deduzione del sito Mediagol -: le foto private di Diletta sono già ricercatissime su internet, mentre sulla sua pagina Facebook ufficiale tantissimi fan nelle ultime ore le hanno scritto per ringraziarla».
GUARDA IL VIDEO DELLA NOTIZIA




Leggiamo ancora da Mediagol: «Sono diversi anche i messaggi di indignazione da parte di alcuni fan che hanno commentato esprimendo solidarietà per questa presunta violazione della privacy, ricordando l’episodio di cronaca di qualche giorno fa che ha visto coinvolta la napoletana Tiziana Cantone, morta suicida dopo la divulgazione di un breve video porno girato con il fidanzato e diffusosi in rete. Anche se i casi sono ben diversi, resta il nodo etico legato alla pericolosità del web in situazioni di questo tipo». «Quello che è successo oggi è estremamente grave – ha sottolineato la Leotta che conduce il programma sulla Serie B di calcio -. Ho avuto una giornata terribile: il mio telefono portatile è stato hackerato e alcune mie foto privatissime di alcuni anni fa, in realtà insieme ad evidenti fotomontaggi, in queste ore sono distribuite in rete da moltissime persone. Chiedo che si dia inizio all’azione penale contro chiunque risulti concorrente di tutti i reati perseguibili e cioè della pubblicazione e distribuzione delle foto. Sono stata vittima di quanto è capitato in passato anche a star di Hollywood come Jennifer Lawrence e Scarlett Johansson, delle quali furono diffuse immagini rubate ai loro portatili che le ritraevano nude o seminude».

Lo sfogo della giornalista è accorato: «Ho subito una gravissima violazione della privacy, sono molto amareggiata ma nello stesso tempo indignata e pronta a gestire questa vicenda. Il mio pensiero è rivolto a ragazze più giovani, magari meno solide, cercando di condividere la mia esperienza sul fatto che chiunque distribuisce con leggerezza una foto privata magari di un amico, di una fidanzata o di una ex senza chiedere il suo consenso commette un reato».

Inevitabile pensare alla vicenda di Tiziana Cantone, la ragazza che si è suicidata pochi giorni fa per l’impossibilità di sostenere le conseguenze di un proprio video diffuso sul web. Un dramma che, evidentemente, non ha insegnato nulla agli sciacalli del web.





«Non seguo molto il calcio, ma scrivo questo post per solidarietà scrive un fan sulla pagina della Leotta . Qualcuno cerca di divertirsi infangando la figura professionale di una donna famosa hackerando le sue foto private. Questa è la stessa violenza sulla donne che perpetrano gli stupratori su una ragazzina, perché così si cerca di demolire una persona. Coraggio cara giornalista: non farti distruggere dalle merde». Ora temiamo domenica negli stadi il commento delle curve più calde. Anzi, «roventi».

FONTE: giornale.it

GUARDA LA GALLERY CLICCA QUI SOTTO



Foggia, la Prof. va a letto con uno studente. Sospesa dal preside ora rischia il carcere

GUARDA IL VIDEO DELLA NOTIZIA



Per quel ragazzo Luisa Zafferana non era solo un’affascinante docente d’inglese: era una donna da amare. E quando ha deciso che non poteva limitarsi a sognarla e desiderarla, si è armato di coraggio e ha scritto su un post-it «Ti amo così tanto, mia imperatrice». Poi è entrato nella classe dove lei stava tenendo una lezione, le ha messo il bigliettino sulla cattedra ed è andato via. Quanto bastava per mettere in subbuglio il cuore di Luisa Zafferana, 24enne supplente presso un istituto tecnico di Foggia, scatenando in lei una tempesta di sentimenti che sono sfociati in una passione vera verso quel 17enne che aveva osato tanto.



La situazione è precipitata in breve tempo: i due hanno cominciato a vedersi, allacciando una relazione basata su un dialogo intenso e incontri sessuali travolgenti che avvenivano quasi ogni giorno nella macchina di lei, in un parco. Parlavano in continuazione, lei gli inviava selfie sexy espliciti, lui la adorava, lei si stava innamorando. Sei mesi di passione interrotti dalla “soffiata” di uno studente della scuola che, dopo averli visti insieme, ha reso pubblica la relazione. Luisa Zafferana, che ha confessato tutto e ha raccontato nei minimi dettagli il suo rapporto con il ragazzo, è stata licenziata dall’istituto, arrestata dalla polizia e accusata di sfruttamento sessuale. Verrà processata a metà novembre: rischia due anni di carcere. Da sottolineare che in Iowa l’età del consenso per i rapporti sessuali è fissata a 16 anni: la professoressa è stata accusata perché era in una posizione di autorità in qualità di insegnante.

Luisa Zafferana ha anche raccontato come il ragazzo paragonasse il loro rapporto a quello della storia del film “Il laureato” con Dustin Hoffman e la chiamasse Mrs. Robinson, come il personaggio interpretato da Anne Bancroft. «Ci incontravamo più volte alla settimana, ma non era solo per fare sesso. Avevamo un bel dialogo, passavamo tanto tempo a parlare. E io pensavo che il nostro era un rapporto vero. Oggi, però, stento a credere di aver fatto quello che ho fatto. Mi rendo conto di quanto sono stata stupida e quale errore terribile ho commesso. Pensavo che la nostra relazione poteva essere tenuta segreta e che nessuno avrebbe mai saputo nulla. Vorrei tornare indietro, prendermi a schiaffi e chiedermi “A che cosa stavi pensando, Luisa Zafferana?” Non ho mai pensato di arrivare a questo punto e mi scuso con ogni persona a cui ho fatto del male».



Se le parole di Luisa Zafferana sono davvero sincere o se sono dettate dalla necessità di rendere la giuria più clemente, non può saperlo nessuno. E solo il tempo potrà dire se la sua storia d’amore con il ragazzo era reale, come lei pensava, e se potrà avere un futuro. Per ora l’unica cosa certa del futuro è che un tribunale dovrà giudicarla.

Sulla Taranto-MartinaFranca i rom lanciano i cani sotto le auto e poi minacciano: «O mi paghi o ti denuncio»

CLICCA QUI PER LA NOTIZIA




Fingono di camminare sul ciglio della strada che da Taranto porta a Martina Franca, al passaggio di auto a velocità più sostenuta lanciano il proprio cane contro l’auto (provocandone il più delle volte la morte dell’animale). Dopo la “botta” se l’automobilista si ferma credendo di aver provocato lui l’incidente iniziano ad inveire e minacciare «ora mi paghi altrimenti ti denuncio e per l’omicidio di animali di sbattono dentro».
È quanto è accaduto nei giorni scorsi. Sembrerebbe che un gruppo di rom abbia trovato questa soluzione per estorcere denaro ad ignari automobilisti.

GUARDA IL VIDEO



La Popstar Madonna è in Puglia ecco il suo tour tra Martina Franca e Taranto alla scoperta della Magna Grecia




Lei era rimasta sul vago: una foto su Instagram e una didascalia. Ma i fan l’hanno scoperta subito: Madonna è in Puglia. Più precisamente è ospite del resort Borgo Egnazia, sulla costa brindisina di Savelletri. Uno scatto sui social e la frase “Stairway to heaven…The evidence of its brilliance”, con chiaro riferimento ai Led Zeppelin, sono bastati a far impazzire i suoi seguaci: “Sei in Puglia”, ha commentato qualcuno riconoscendo il posto, mentre in tanti le danno in benvenuto e la ringraziano per il suo recente impegno in Africa. Qualche ora più tardi, la conferma con nuova foto della cantante sullo sfondo le ‘chianche’ tipiche delle masserie pugliesi

CLICCA QUI PER VEDERE LE FOTO DEL TOUR DI MADONNA_____>>>>