Taranto, invasione di zecche al rione Tamburri




Un’invasione di zecche sta mettendo a dura prova i residenti del rione Tamburri, a Taranto. E nel popoloso quartiere delle case popolari è già emergenza sanitaria. Inevitabile la rabbia dei cittadini che chiedono alle Istituzioni, Asl e Comune su tutte, di intervenire e di farlo in tempi rapidissimi. Sono decine, infatti, i cittadini che, morsi dal pericoloso parassita, sono stati costretti a recarsi al pronto soccorso dell’ospedale per le cure del caso. Intanto c’è anche chi si è rimboccato le maniche e sta provvedendo da sì alla bonifica dei luoghi. Armati di secchi, ramazze, pale e olio di gomito, alcuni residenti stanno facendo pulizia, liberando il parco dai cumuli di rifiuti che vi erano disseminati. Vere e proprie discariche a cielo aperto, da tempo segnalate alle autorità ma mai ripulite.



Rozzano, vestito da Batman si arrampica sulla torre Telecom





Un uomo aderente al gruppo FaJuce (Padri per la giustizia) è riuscito ieri pomeriggio a violare i sistemi di sicurezza di della telecom di Rozzano e, vestito da Batman, si è arrampicato sulla torre dei ripetitori del centro alla periferia di Milano. L’uomo, Jason Hatch, del Gloucester, è stato aiutato da altre due persone che si sono poi dileguate. La scalata è finita poco dopo le 20 e l’uomo è stato fatto scendere dentro il cestello di un braccio meccanico predisposto dalla polizia. Batman si è tolto il cappuccio e sorridente si è consegnato agli agenti.



«Bloccate le quotazioni del grano per eccesso di ribasso» l’appello degli agricoltori dopo il crollo dei prezzi a 16€ al quintale




«Come avviene a Piazza affari per tutelare i titoli colpiti da speculazione, così bisogna agire sulla borsa delle merci per tutelare il lavoro degli agricoltori e fermare la speculazione che stà avvenendo ai danni del Grano di casa nostra» È il grido di Piero Marano rappresentante degli agricoltori italiani. “Chiediamo una stretta sui controlli sulle navi cariche di grano che arrivano quotidianamente nel porto di Bari. Abbiamo richiesto un incontro urgente all’Ufficio Veterinario Uvac che fa capo al Ministero della Salute, perche’ siamo stanchi di assistere alla caduta libera dei prezzi del grano pugliese quotato alla borsa merci di Foggia, mentre c’e’ il via vai al porto di Bari di prodotto di cui a volte non si conosce neppure l’esatta provenienza, a dimostrazione di quanto le flessioni dei prezzi siano strettamente collegate all’invasione di prodotto estero. Vanno affrontate una volta per tutte in maniera drastica tre storture fondamentali che condizionano fortemente l’andamento del settore, quali l’assoluta mancanza di norme che regolano il mercato mondiale, come l’etichettatura di origine obbligatoria e la tracciabilita’ delle produzioni, le importazioni speculative e il divario dei prezzi corrisposti alla produzione rispetto al consumo. Come gia’ stiamo facendo con le piu’ grandi industrie del settore siamo pronti a collaborare con tutti coloro che vogliono valorizzare il grano, il territorio e il lavoro della Puglia a sostegno dell’economia locale e della salute dei consumatori”. E’ il presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele, a chiedere controlli piu’ stringenti sulle importazioni di grano dall’estero, annunciando altre eclatanti manifestazioni degli agricoltori di Coldiretti. Eppure dal grano al pane i prezzi aumentano del 1450% con il grano che oggi e’ pagato come trenta anni fa su livelli al di sotto dei costi di produzione attuali.



Lo stesso vale per la forbice dei prezzi che ‘schizza’ del 400% dal grano duro alla pasta. Al contempo nel 2015 sono piu’ che quadruplicati gli arrivi di grano dall’Ucraina per un totale di oltre 600 mln di chili e praticamente raddoppiati quelli dalla Turchia per un totale di circa 50 mln di chili. La maggior parte dei transiti e scarichi avvengono nel porto di Bari. “L’import non stop – conclude il direttore di Coldiretti Puglia, Angelo Corsetti – evidenzia una grave dipendenza del sistema industriale dall’estero. Risulta indispensabile ripristinare e mantenere la fiducia dei consumatori, incoraggiando il loro coinvolgimento nella politica di sicurezza alimentare, garantendo il monitoraggio e la trasparenza in tutta la filiera alimentare e il maggior grado possibile di riconoscibilita’ delle caratteristiche essenziali dei prodotti, al fine di consentire loro di effettuare delle scelte di acquisto pienamente consapevoli basate su una completa informazione in merito alle caratteristiche di cio’ che mangiano”. L’Italia – stima la Coldiretti – nel 2015 ha importato circa 4,8 mln di tonnellate di frumento tenero, che coprono circa la meta’ del fabbisogno essenzialmente per la produzione di pane e biscotti, mentre sono 2,3 mln di tonnellate di grano duro che arrivano dall’estero, le quali rappresentano circa il 40 per cento del fabbisogno per la pasta. I prezzi del grano duro in Italia nel 2016 sono crollati del 31 per cento rispetto allo scorso su valori al di sotto dei costi di produzione che mettono a rischio il futuro del granaio Italia. In pericolo – precisa la Coldiretti – non c’e’ solo la produzione di grano ed il futuro di oltre trecentomila aziende agricole che lo coltivano ma anche un territorio di 2 mln di circa ettari a rischio desertificazione e gli alti livelli qualitativi per i consumatori garantiti dalla produzione Made in Italy



Temptation island in realtà è girato sul Gargano. Protagonisti sulle spiagge tra Vieste e Peschici




Sarà forse una delusione per i più, ma le avventure dei protagonisti di Temptation Island si svolgono in una località molto più familiare e vicina a noi di quanto si possa pensare. Niente villaggio nelle Hawaii, nè acqua cristallina del Madagascar, il litorale che è stato scelto per ospitare il reality show è infatti quello del Gargano. Per la precisione le spiagge e gli scogli tra Vieste e Peschici

GUARDA LE FOTO




Proprio così, Temptation Island è stato ambientato in un resort del Gargano, in provicincia di Foggia. Il villaggio voluto dalla produzione è una struttura a quattro stelle. Il posto è esclusivissimo e la sua straordinaria bellezza sta nel fatto di aver saputo coniugare una costruzione efficientissima e dotata di ogni comfort con un panorama mozzafiato, difficile da trovare altrove.
Qui si vive infatti un legame strettissimo con la natura incontaminata, in un angolo di macchia mediterranea incastonato tra mare azzurro e pareti rocciose a strapiombo.
L’anfratto è costellato da una vegetazione lussureggiante, con bungalow immersi nel verde e coronati da grandi cascate di fiori.
L’atmosfera che si respira è di quelle magiche, specie quando cala il sole e l’incantevole tramonto si riflette sull’acqua. E’ una cornice romantica assolutamente ideale, tanto che il luogo viene spesso prenotato per lo svolgimento di feste, eventi e matrimoni. Sarebbe in sostanza una destinazione perfetta per quelle coppie che hanno deciso di mettere alla prova il proprio amore, se non fosse che le medesime sono costrette a godere isolatamente di tanta magnificenza, o in compagnia di altre persone.
Insomma, il resort non potrebbe essere più bello di così, ma per qualche motivo dubitiamo che tutti i partecipanti ne avranno un buon ricordo in futuro.
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Read more at


Bisceglie, pescatori mostrano una strana “creatura” pescata in mare. Esperti dicono si tratti di una nuova specie di squalo





I pescatori al ritntro da una notte al largo hanno fatto una strana scoperta, una strana creatura mai vista prima.
Pancia gonfia, occhi alieni e colore rosa: questo lo strano pesce pescato a Bisceglie.




Cercando sul web la bizzarra creatura marina, i pescatori hanno scoperto che potrebbe trattarsi di un rarissimo piccolo squalo a cui manca la caratteristica pigmentazione, oppure è la metamorfosi di alcune specie marine che si stanno creando a causa di inquinamento, onde radar e cambio delle correnti.
ECCO LE FOTO——-_>



Crolla il prezzo del grano, Mietitrebbie ferme in Puglia:«Non raccogliamo più una spiga, non ne vale la pena»




“Ci risiamo: la raccolta è appena iniziata e sul prezzo del grano duro corrisposto ai produttori si addensano le nubi di nuovi e insostenibili ribassi”. E’ Michele Ferrandino, presidente provinciale di Cia-Agricoltori Italiani Foggia, a riaprire il fronte di una battaglia che rischia di essere una prova durissima per gli agricoltori. Ad oggi, il prezzo del grano è stato fissato in 22,5 euro al quintale. Al di sotto dei 30 euro al quintale, i produttori non riescono a sostenere i costi di produzione. La concomitanza del verificarsi di una serie di fattori fa sì che si prospetti un’annata con prezzi al ribasso: si prevedono raccolti abbondanti; le quantità raccolte si aggiungono alle riserve ancora esistenti e alle importazioni di grano dall’estero che non accennano a diminuire.



“Il nuovo Piano Cerealicolo deve ancora essere approvato in via definitiva e, successivamente, dovrà essere applicato, nel frattempo – ha aggiunto Ferrandino – i produttori si trovano in una situazione peggiore di quella già vissuta un anno fa. E’ necessario che il governo mostri la volontà, e abbia la necessaria determinazione, di intervenire anche in assenza di un piano nazionale di settore. Bisogna sostenere la redditività degli agricoltori”. La preoccupazione espressa da Cia-Agricoltori Italiani si riferisce soprattutto alla provincia di Foggia, vero e proprio granaio d’Italia.
Ora gli agricoltori hanno deciso di fermare le mietitrebbie e di portarle davanti ai palazzi della politica per protestare.

A Martina Franca gigantesco serpente esce dal water

Incredibile vicenda accaduta a Martina Franca. Marco Mazzelli, impiegato 33enne, ha trovato stamattina, al risveglio, un pitone nel bagno. Incapace di metabolizzare la cosa, ha chiamato subito le forze dell’ordine, che, tramite un’equipe della squadra medica veterinaria, hanno prelevato l’animale dall’abitazione.




“Non potevo credere ai miei occhi” ha dichiarato il Mazzelli “Ma come è arrivata quella bestia nel mio bagno? Devono darmi una spiegazione chiara sulla cosa”. Qualcuno ha pensato a uno scherzo di cattivo gusto da parte degli amici, ma l’ipotesi è sembrata improbabile fin da subito, come poi si è rivelata essere. Secondo il dottor Amedeo Parenzo, il pitone è salito dalle tubature del gabinetto per poi fuoruscire dal water: “Meno male che la porta del bagno era chiusa” dice il dottor Parenzo “si poteva rischiare grosso. Beh, a volte è capitato, soprattutto in America, che animali raggiungessero abitazioni tramite le tubature, questa volta è capitato in Italia e non ci vedo nulla di strano. Il problema è capire a quale zoo o comunque da dove proviene l’animale”.




Gli inquirenti stanno indagando sulla cosa, ma per ora l’animale non è stato reclamato da nessuno. La vicenda ha sconvolto la città, anche se rimane un simpatico aneddoto da raccontare agli amici per farsi due risate, secondo lo stesso medico Parenzo, infatti, il caso di casa Mazzelli è più unico che raro: “Non temete per i vostri gabinetti. Si tratta di un caso unico, non c’è nulla da temere”. Beh, tutto bene quel che finisce bene. Anche il Mazzelli, alla fine, si è fatto una risata.

Ritrovato un corpo Alieno nelle campagne di Foggia. Portato in laboratori dell’Aereonautica





Ritrovato a Foggia un corpo alieno. Gli esperti stanno ora analizzando il corpo in laboratorio, secondo specifici metodi di analisi. Il dottore Alfredo Chenizzi, primario del reparto di chirurgia, ha detto che il corpo mostra lesioni profonde, forse vittima di un incidente.




Qualche giorno fa, proprio a Foggia si è parlato di un avvistamento alieno, si può forse parlare di un incidente che ha coinvolto anche questo extraterrestre poi precipitato, evidentemente dall’abitacolo. Ma chi lo ha trovato? Si tratta di un pensionato di 76 anni, che, in giro, per i boschi di periferia della zona est della città, mentre era a spasso col suo cane, ha fatto l’incredibile ritrovamento. Il pensionato ha detto ai nostri microfoni: “Ho avuto una certa paura, inizialmente ho creduto fosse un neonato abbandonato, poi ho visto meglio, si trattava di qualcosa di diverso, un alieno vero e proprio. Ho allertato le autorità immediatamente”.



Il Foggia vestirà Nike ecco in anteprima le nuove divise rossonere




Nike e Foggia, scoppia l’amore. Dalla prossima stagione i rossoneri vestiranno maglie targate dal colosso americano. La Nike era in pressing da tempo sui rossoneri, a gennaio 2016 c’erano già accordo e contratto. Dopo il Bari, il marchio ha cominciato a muoversi anche per il Foggia. Da parte della società una scelta strategica, Gems (sponsor tecnico fino alla stagione da poco conclusa) dava subito 30mila euro e la fornitura di tutto il materiale tecnico. Invece la Nike non darà un euro ma la prima fornitura sarà gratis. Le forniture successive dovranno essere acquistate dal club.




1f1f002e86b507c4afbab6880a8b0458

DisneyWorld: Coccodrillo divora bambino di 2 anni| Il video dell’Orrore




Continuano le ricerche del bambino di due anni trascinato da un alligatore nel Seven Seas Lagoon, uno specchio d’acqua su cui si affacciano tre resort Disney, a due passi dal parco divertimenti Disney World di Orlando. Lo ha riferito lo sceriffo di Orange County, Jerry Demings durante una conferenza stampa. “Come padre e come un nonno cerco di sperare per il meglio ma in base alla mia esperienza di 35 anni sappiamo di avere molte sfide davanti a noi in questa situazione”, ha spiegato ai giornalisti. L’incidente è avvenuto alle 21.30 di martedì (ovvero alle 1.30 italiane di mercoledì) mentre il bambino stava giocando ai margini del laghetto insieme alla madre, il padre e al fratellino di 4 anni, arrivati dal Nebraska per una vacanza. Improvvisamente, hanno raccontato i testimoni citati dai quotidiani locali, l’alligatore è spuntato dall’acqua e ha aggredito il piccolo. Inutili i tentativi del padre di salvarlo dalla morsa del coccodrillo. Sul posto un team di 50 persone lavora alle ricerche, rese più complicate dal buio
GUARDA IL VIDEO